Il buongiorno di AVIS Mogliano Veneto: gli studenti a scuola di cultura del dono

22 Aprile 2021 News

Da oltre 60 anni l’AVIS di Mogliano Veneto si dedica non solo alla promozione della donazione e alla raccolta di sangue ed emocomponenti (volontaria, anonima e gratuita), ma anche a diffondere nella comunità moglianese la cultura della solidarietà. E’ solo nell’ultimo decennio, però, che grazie all’impegno costante del nostro consiglio direttivo e alla sensibilità di alcuni professori, siamo potuti entrare anche nella vita scolastica del Collegio Salesiano Astori.

I giorni 3, 10 e 24 febbraio scorsi abbiamo avuto l’opportunità di incontrare gli studenti di III, IV e V superiore nello spazio riservato al “buongiorno”. Alle 8.15, in Teatro per mantenere le distanze, con soli 10 min a disposizione, abbiamo cercato di compiere una piccola impresa: vincere la sonnolenza mattutina dei ragazzi e condensare in un tempo molto breve tre interventi densi di emozione e significato.

Questi tre incontri fanno parte di un percorso più ampio, un vero e proprio “progetto salute”: oltre che informare riguardo alla donazione, cerchiamo di trasmettere ai ragazzi i valori dell’altruismo, della cittadinanza attiva e l’importanza di avere uno stile di vita sano. Riteniamo che per poter divenire cultura, questi valori debbano essere seminati fin da piccoli, per poter poi germogliare con la maggior età. Per questo il percorso “educativo” di AVIS inizia già nella scuola primaria, per poi riproporsi anche all’interno dei due gradi della scuola secondaria e condurre infine, chi ne ha intenzione, all’iscrizione all’AVIS.

In particolare ci rivolgiamo agli studenti della scuola superiore con queste attività:

  • 3a superiore: un “buongiorno” focalizzato sui piccoli gesti che ognuno di noi può fare nella sua quotidianità per aiutare gli altri e contribuire allo sviluppo di un mondo migliore;
  • 4a superiore: un “buongiorno” dedicato alle testimonianze di alcuni neo-maggiorenni che hanno deciso di diventare donatori; il “Teatro Immagine”, un laboratorio teatrale che propone il coinvolgimento attivo della persona come forma di comunicazione;
  • 5a superiore: un “buongiorno” mirato a dissipare dubbi e paure legate alla donazione di sangue; un’attività di due ore inform-attiva sulla donazione; l’“Ultimo metro”.

A tal proposito, quest’anno festeggiamo un importante anniversario: risale infatti al 2011 la prima edizione di “Ultimo metro – L’altra faccia dei giovani”, cioè l’accompagnamento agli esami di idoneità dei ragazzi maggiorenni che desiderano iscriversi all’AVIS: allora eravamo presenti nei cortili della scuola con il “camper”, oggi invece li ospitiamo nei locali del vicino Distretto Sanitario.

Il periodo che stiamo vivendo da un anno a questa parte ha costretto tutti noi a rivedere le nostre abitudini e sperimentare nuove modalità di interazione, e purtroppo ha ridotto anche la nostra attività di promozione (le donazioni domenicali invece continuano regolarmente!). Per contro, questa emergenza sanitaria ci spinge anche, però, a prenderci maggiormente cura degli altri, dimostrando quanto basti poco per essere d’aiuto a qualcun altro. Questo è il principale messaggio che vogliamo estendere anche a tutti voi.

“L’opera umana più bella è di essere utile al prossimo.”

Sofocle

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.